Tutte le categorie


RSS

Inserimenti recenti

Licenza premio

  C' è poco da fare, in italia nessuno si fa i fattacci suoi. Tutti a scandalizzarsi perchè, durante una licenza premio, ho rapinato una banca..... Mò dico io, possibile che un onesto e mite delinquente come me non possa dedicarsi ad una pro

Non scusarti mai per quello che sei

_ CAPITOLO 1

UN EROE SOTTRATTO ALLA STORIA

Ti incontravo in un punto imprecisato dell'estate. Vicino a quel mare che sognavo tutto l'inverno, prigioniera di piogge e nebbie che divoravano i colori. Era sempre un incontro sbrigativo, apparentemente rubato a un impegno più importante. Un sorr

citazione o aforisma?

La nuova prospettiva è decostruire, che è diverso dal distruggere. Fermarsi, osservare, mettere in discussione. Capire che sono quella che sono ma anche quella che non voglio essere. Sono. Semplicemente

In un supermarket, una sera.....

Mia caraE' veramente singolare che io ti scriva questa lettera, perchè tu non la leggerai mai. Non potresti, e  d' altronde io non mi sognerei mai di mandartela, perchè sarebbe inutile. Ma scrivere una lettera a

Il soggetto

      Il Soggetto   Megapolis, Federazione It

Straordinaria follia

Quando Anna affondò il colpo, nel preciso istante che il coltello penetrò la pancia di suo marito, pensò a due cose. Primo, non avrebbe mai creduto che fosse così facile farlo, nel senso che non pensava avrebbe avuto il coraggio. Secondo, n

Tu

Tu, che con gli occhi da bambina guardi il mondo, i suoi colori, quelli della frutta, il mare, i riflessi.   Tu, che ti soffermi ad osservare il moto infinito delle onde. Ti bagni i piedi

Sogno

Sogno … e mi ricordo La prima volta che ti ho visto Sapore amaro sulle labbra di sangue e ferro. Il tuo sorriso, la chiave d’oro per un nuovo mondo. Ci ho messo piede in silen

Emigrante 3.0

La stanza era molto piccola ed aveva le pareti bianche, immacolate. Il silenzio era di tomba, surreale, quasi assordante. L’uomo in mimetica stava sugli attenti, un altro di fronte ed ordinava una pila di fogli dattiloscritti. All’improvviso una mo

Pulp napoletano

Quando Antonio uscì quella mattina, pensava solo alla marenna,  contando i minuti affinché si facesse ora di pranzo. Salutò Marisa con il solito bacio sulla guancia, poi la s

Storia di tutti i giorni

La signora Rosaria doveva essere stata proprio una bella donna. Molti anni fa, quando non aveva ancora la gobba. Ora di bello le erano rimasti solo gli occhi, le mani, il sorriso forse. Quando riuscivi a vederlo, raramente, a volte. Come si fa a sorridere oggi, senza una pensione, senza un lavoro

L ' infinito

Miliardi e miliardi di stelle con miliardi e miliardi di pianeti nella sola via lattea che è la nostra galassia. Miliardi e miliardi di miliardi di galassie dove ognuna contiene miliardi di miliardi di stelle con miliardi moltiplicati di pianeti. Mentre stai leg

Il senso della vita

La vita è un continuo compromesso con limiti e confini l'unico suo senso è imparare a conviverci  

Il tempo

Il tempo smorza tutto... Le ferite si attenuano come echi lontani e si torna a vivere 
Navigazione: Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 15 Avanti

Più visti - Tutte le categorie



© 2012 Racconti.it