Tutte le categorie


II tempo che verrà

 

le onde s’infrangono spumeggianti

è calmo e quieto ora il mare

e nel cielo gabbiani volteggianti

seguiranno più tardi le lampare

 

fisso il largo e la spiaggia vuota

cristalli di sale sono i miei castelli

e la mia mente nei meandri ruota

a cercare sogni casti e  belli

 

ho tredici anni e tutta la vita

rincorrerò gioie e certezze

e come gabbiano che in alto si libra

 

fuggirò del mondo le bruttezze

per vivere la vita ad ogni età

fuggendo la fiera della vanità

 

Terni  9 luglio 1964

 





Più visti - Tutte le categorie



© 2012 Racconti.it