Tutte le categorie


RSS

Inserimenti recenti

LA TAVOLA ROTONDA

TAVOLA ROTONDA   Ginevra disse un giornoall’Ancillotto: “Nun lo  voglio

LA DOTTORESSA NELLY

LA DOTTORESSA NELLY I° ATTO Un appartamento elegante, la scena si svolge nel salotto della casa l’Ingegnere Fabioè seduto sulla poltrona e sta leggendo un libro, la domestica Lucia gli ha appena portatouna camomilla, fuori piove ed all’improvviso s

PIRANDELLO RAP

Pirandello rap TESTI: VITTORIO BANDAMUSICA: SERGIO PALUMBOREGIA   e riadattamento della sceneggiatura: Maria LazzaraC’ e’ crisi, hanno tagliato i fondi del Fus, regista, attori, e tutti quanti si apprestano a realizzare un progetto per fare un music

LA DANZATRICE CALVA

LA DANZATRICE CALVA Carla era una bambina bellissima ed il suo corpo sembrava crescere in funzione di una sola arte la danza.Sua madre Dora, nella sua giovinezza, aveva studiato danza, poi con il sopraggiungere della seconda guerra mondiale, aveva dovuto abbandonare quel suo grande

ER CONTADINO SEMPRICIOTTO

ER CONTADINO SEMPRICIOTTO     Maria stava nella su’ stanzaco la finestra spal

IL GABBIANO

IL GABBIANO   Mamma, ti ricordi quando dapiccola ti dicevo che avrei voluto essere un ga

LA PURCE

LA PURCE    ‘Na  purce fastidiosa  e  tanto impertinente,

MA TU CHI SEI?

MA TU CHI SEI ?   Ma tu chi sei, spesso mi sonochiesto di me stesso ! Lo sfogo di una ri

Del perduto amore

parlo di te con mefra meed è un parlare sordoche nel ventosi perde come persoormai è quest'amoree nei miei interioriassurdi silenziancora urloil tuo nomema tu non rispondiresti a me lontanafo

Scoperte

Mi sono venuti in mente loro leggendo quella cosa sull’inizio della religione. Sembrava una cosa da poco ma forse non lo era. I miei due amici sono distesi , da

La collana di perle

Si rivestiva di luce il tuo viso allorchémettevi sulle labbraun velo di rossetto Saliva allo sguardo

Sole

Avvampò e arse con forza, poi si spense. Sul mondo calò la tenebra e tutti quelli che guardarono in alto videro i

Elsa della Neve

Un cappotto bianco nella neve bianca, che copriva la strada illuminata da coni di luce arancio delle lampade ai vapori di sodio, nei quali galleggiavano, come sospesi, legioni di esseri luminosi che altro non erano che minuscoli pezzi di polvere.

Amici d'un ntempo

Amici d’un tempodove siete amici d’un tempotu Stefano so che ti sei laureatoarchitetto affermatonello studio di Pianoe quando passo per “Zena”quell’agglomerato color pastellomi ricorda il tuo genioe quelloch

Aspettando una Gilera

Aspettando una Gilera mancavano pochi giorni a primavera l’asfalto lucido per una pioggia leggera chiedeva prudenza ma tu eri un figlio del vento e la tua mano  ferma
Navigazione: Indietro 1 ... 7 8 9 10 11 12 13 14 15 Avanti

Più visti - Tutte le categorie



© 2012 Racconti.it